giovedì 8 luglio 2010

Brunei Darussalam

Siamo stati in Brunei.
Brunei, non Bahrain! Visto che ci sono state confusioni ultimemente... Anzi, Brunei Darussalam per essere precisi, visto che i suoi abitanti ci tengono molto all'appellativo arabo che significa "dimora della pace".
immagine da www.pecc.org

E il nome e' abbastanza azzeccato devo dire, infatti pensate che sono talmente pacifici che non hanno un proprio esercito!
Ma la cosa divertente (almeno dal nostro punto di vista dal momento che la cosa sembra totalmente folle) e' che il Sultano (Sua Maesta' Hassanal Bolkiah) ha optato per tenere una sorta di esercito privato, gestito dagli inglesi (di cui il Brunei era un protettorato) a cui il Sultano appunto ha chiesto di restare con un contratto rinnovato ogni 5 anni che al momento frutta 40 milioni di sterline l'anno. Ma probabilmente avere i fedelissimi inglesi a difesa di uno stato i cui abitanti non sono disposti a difendere con la vita non bastava, infatti,parte delle truppe sono persone coraggiosissime e fierissime che preferiscono morire al disonore; chi? l'ho chiesto anch'io... e' la risposta e' stata: Nepalesi. Mha. io non li conosco ma ho letto parechio a riguardo del loro onore e coraggio su 'alcuni' blog e.... brrrrr rabbrividisco!!
Anzi a dire il vero piu' che rabbrividire mi chiedo: essendo il simpatico paesello strapieno di petrolio e talmente ricco da poter offrire istruzione e sanita' totalmente gratuite ai suoi abitanti senza che cio' influisca minimamente sul bilancio dello stato oltre a svariati sfizi che Sultano si toglie dovendo al massimo aspettare qualche settimana di 'pompaggio petrolesco' al massimo, ci sono gli Ammericans alle spalle di tutto cio'? No perche', oltre tutto, non hanno una Costituzione essendo una Monarchia assoluta islamica quindi non si sa mai che non vogliano aiutarli a creare una Democrazia...
Oppure, soluzione piu' simpatica, i fedelissimi anglo-nepalesi potrebbero attaccare il Sultano e far salire il loro Comandante sul trono! Non penso sarebbe del tutto anacronistico da queste parti...
Comunque, per tornare al nostro giro in Brunei Darussalam, vorrei potervi raccontare di posti fantastici e luoghi incantati ma purtroppo devo deludervi: non c'e' nulla.
Ma proprio nulla, nulla. E potete non crederci finche' volete ma noi abbiamo passato quattro giorni a chiedere a tutti quelli che incontravamo e le risposte sono state identiche:
Cosa c'e' da vedere? Niente.
Cosa si mangia di tipico in Brunei? Niente
Cosa viene prodotto in Brunei? Niente
Bhe' a dire il vero proprio dopo enormi insistenze siamo riusciti a cavargli con la forza le seguenti informazioni:
Si puo' visitare il palazzo del Sultano, ma solo per 3 giorni durante l'Hari Raya al termine del Ramadan, quindi beccatevi questa foto del cancello del palazzo con il Sultano che esce che e' l'unica cosa che siamo riusciti a fotografare:
La seconda attrattiva e' il parco nazionale. Niente di che in effetti, un pezzo di giungla lasciato cosi' com'era in cui si puo' passeggiare e vedere gli animali. No, grazie. Ci viviamo gia' in mezzo alla jungla direi che andare a vedere questa qui mi risulta inutile.
Terza e ultima meraviglia del Brunei: il monumento al miliardesimo barile di petrolio estratto dal sottosuolo locale.
Che tristezza.
E pensare che hanno talmente tanti soldi (Sultano e famiglia intendo) che potrebbero veramente lasciare un segno nella storia architettonica del Mondo se solo lo volessero.

A proposito di architettura, e di soldi spesi per l'architettura, l'unica cosa a parte le 3 indicate sopra, che si trova rappresentata sulle cartoline del Brunei e' l'albergo dove siamo stati noi:

The Empire Hotel & Country Club.
Costruito inizialmente per ospitare politici e funzionari governativi, durante la costruzione sono andati fuori budjet e cosi' a fianco di colonne di marmo alte non so piu' quanti metri e spessissime ci sono altre colonne di dimensioni piu' modeste in plastica (giuro!) colorate color marmo...

Devono avere dei problemi con i conti in questo paese perche' anche un'altra attrattiva nazionale, il parco giochi fatto costruire dal Sultano per far divertire, sempre gratuitamente, i suoi sudditi ha chiuso per i troppi costi e il poco utilizzo.

Ecco, visto? alla fine ne abbiamo contate 5 di cose da vedere! Alla faccia che non c'e' nulla...(!)
Meno male che siamo andati per lavoro va... sai che barba se fossimo andati fin laggiu' in vacanza?!

Ultime due curiosita' sul Brunei:
E' vietata la vendita di alcolici tatalmente, quindi il sabato e domenica le strade si riempiono di gente che va in Malesia e a Labuan per acquistare ogni tipo di bevanda alcolica!
La carne di maiale invece si trova praticamente in tutti i ristoranti.

La religione ufficiale e' l'Islamismo sunnita e nonostante si trovino notizie che riportano che in Brunei Darussalam le altre religioni sono tollerate solo in foro privato, la nostra cliente che e' cristiana ci ha detto che in Brunei ci sono solo 4 chiese e la costruzione di nuovi luoghi di culto non musulmani e' stato vietato quindi dal momento che il numero di cristiani e' in continuo aumento questi si riuniscono all'interno di case private ma cio' e' vietato e rischiano quindi l'arresto.
E qui si capisce perche' dicevo che la salita al trono del comandante delle truppe inglesi non sarebbe poi del tutto anacronistica!

2 commenti:

  1. Ma allora non ci vado! tra l'altro mi hanno anche detto che è carissimo. Confermi?

    RispondiElimina
  2. Al massimo ti posso consigliare di andare durante i 3 giorni di festa al termine del Ramadan, almeno potrai andare a visitare il palazzo del Sultano!
    Quanto al costo non mi e' sembrato caro, noi siamo andati a trovare dei clienti che hanno sempre pagato loro ma sbirciando le ricevute i costi di pranzi e cene non mi sono sembrati piu' cari rispetto a Indonesia e Malesia, l'albergo poi, era in assoluto quello indicato come il migliore del Brunei e l'abbiamo trovato in offerta a un centinaio di dollari a notte la camera, niente male visto che la tariffa pubblicata e' sui 500!
    Taxi non ne abbiamo mai presi ma ci hanno detto qualche costo e ti direi che sono un filo piu' cari che a Singapore, per il resto che dire, non c'e' null'altro da comprare! In realta' oltre al petrolio producono anche un altra cosa: I Krupuk, sai tipo le nuvole di Drago, le patatine fatte di gamberetti... non diverse dalle altre che si trovano in Asia ovunque e piu' o meno allo stesso prezzo...
    Ah dimenticavo, la benzina naturalmente costa pochissimo, 20 o 25 cent/Euro al litro mi sembra, del resto, ne hanno a barili!

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin