venerdì 24 aprile 2009

Lavori in corso per le oche

Ecco fatto un altro lavoro che avevamo in programma da tempo!

Le oche erano abbastanza contente di essere venute in 'villeggiatura' in campagna, ma mi sembravano un po' scombussolate dal fatto di dover cambiare recinto alla mattina e alla sera. Poi credo proprio che con tutti questi spostamenti non sapessero neppure loro dove fare le uova poverine!

Allora abbiamo deciso di preparare il recinto basso vicino alle risaie in modo che possano stare sempre li; a parte le scorrazzate domenicali quando, essendo a casa, le lasciamo uscire per andare in giro liberamente per tutto il giardino!

Sono venuti ieri a preparare una nuova casetta-riparo, mettere le luci per la notte e... meraviglia delle meraviglie per le oche... fare un bel laghetto dove possano sguazzare!

Eccoli qui al lavoro per costruire la casetta in bambou:




Ed ecco l'enorme scavo per il laghetto:



L'acqua viene presa dal canale d'irrigazione delle risaie (in basso nella foto), passa nel laghetto e poi riesce sulla destra nella risaia.

Per tutta la giornata di ieri le oche sono state indaffaratissime a controllare i lavoratori dall'altro recinto e a starnazzare a tutti quelli che passavano lì vicino dimostrandosi davvero interessate a vedere cosa stavano combinando in quello che chiaramente riconoscevano come loro territorio...


Poi stamattina, dopo tanta trepidante attesa, sono finalmente potute scendere a verificare i cambiamenti.

Hanno indagato su ciò che era successo, controllando la struttura in bambou, apprezzando il pavimento rialzato sotto la tettoia e lamentandosi un po' per le pareti e la copertura del tetto che ancora mancano...

Poi si sono avviate verso il laghetto, ma c'era un problema... il bordo scosceso non le aggradava! Non sapendo bene la profondità e preoccupandosi per come risalire erano un po' titubanti... Se ne stavano sul bordo sulla punta dei loro piedini palmati a protendere il lungo collo verso la desiderata acqua.

L'acqua attraversa una buona parte del recinto e con la terra dello scavo si sono anche create delle collinette che Ciccio, così abbiamo chiamato il maschio fannullone e pasticcione, come l'aiutante di Nonna Papera, ha provveduto ad esplorare dopo aver spintonato una delle femmine che è caduta nell'acqua!

Allora dopo le molte starnazzanti richieste abbiamo provveduto, pala alla mano, a fargli uno scalino sul lato per facilitare l'ingresso e l'uscita dall'acqua che è stato subito utilizzato dalla più coraggiosa:

video


Sapete, sono davvero divertenti le oche! Non le immaginavo così... Sono abbastanza stupide, è vero, però sono socievoli. La domenica, quando le lasciamo libere a scorrazzare per il giardino, dopo un po' di esplorazioni vengono a riposare vicino a noi di fronte al portico.
Starnazzano a tutti quelli che si avvicinano facendo gran guardia del loro territorio. Quando gli porto la pappa mi urlano per farmi fretta come delle ossesse e mi danno anche delle beccate ma piano, delicatamente, proprio solo per dire Dai! Muoviti! Abbiamo fame! ma se poi passo vicino durante altre ore del giorno, a meno che non mi vedano con qualcosa di appetitoso in mano, non mi dicono nulla. Altra particolarità: fanno un sacco di cacca. Scusate se lo dico ma è vero e, se qualcuno ha intenzione di mettersele in giardino deve saperlo! Fanno una quantita' di escrementi che rapportata alla loro grandezza è allucinante!! Però sono carine, mi fanno morire quando scodinzolano muovendo tutto il sedere o quando attorcigliano il lungo collo; è incredibile, riescono a beccarsi qualunque parte del corpo arrotolando e distorcendo il collo! e quando si mettono a dormire lo attorcigliano anche di più!
Ditemi se questa è una posizione comoda per riposare !?

6 commenti:

  1. E' un ottimo concime per il tuo orto, anche se va diluito perchè altrimenti sarebbe troppo forte.

    RispondiElimina
  2. io lo sospettavo dopo aver visto questo cartello riferito alle oche canadesi
    ti linko il filmato, le tue oche mi piacciono molto!

    RispondiElimina
  3. @Niki
    si e' vero potrebbe essere riutilizzato cosi! pero' mi sa che va fatto fermentare o maturare... e temo che diventi una tana di animali vari... che dici?

    @NonnaPapera
    eheheh e' proprio vero! forse anche piu' di un kg!

    RispondiElimina
  4. Mentirei se dicessi che so come fare... in Indonesia. In Italia mescoli, come dire, il prodotto delle tue oche con foglie e scarti vegetali, li tieni al riparo dalla luce (tipo sotto un cespuglio) se è troppo secco annaffi di tanto in tanto e dopo 6 mesi hai un compost da favola. Magari funziona anche lì! Tu prova!!!!!
    Niki

    RispondiElimina
  5. Ciao Erica!
    fantastico questo blog mi mancava, ora lo seguirò sicuramente.
    Tanti saluti dall'Italia ^_^

    RispondiElimina
  6. Ma Ciao Davide! Come dall'Italia? e la California...?
    Indaghero' sul tuo blog!
    A presto,
    Erica

    RispondiElimina

Blog Widget by LinkWithin