martedì 22 maggio 2012

Intervallo pubblicitario - Indonesiani, tricks & tips

Interrompo per un attimo il tour virtuale per un paio di chicche in ordine sparso sugli abitanti di queste terre.
E, con l'occasione, do' anche il benvenuto ad Andrea su questo blog, cosa che mi ero scordata di fare nei commenti... hai hai hai che testa!

Allora, questi fantastici indonesiani, come tutti al mondo, hanno pregi e difetti. E non è mia intenzione enumerarveli tutti!
Butto giù solo un po' di cose, così come mi vengono in mente, tanto per farveli conoscere un po'...

Il Sì come risposta 'di cortesia'.
Dire no è scortese. quindi capita spessissimo che ti rispondano si ma in realtà pensano no. Perché? Perché SI è la risposta che volevi avere, e loro te la danno. Punto.
La cosa divertente è che lo sanno benissimo che è una stro***ta! e te lo dicono apertamente... eh ma se ti dicevo no ti arrabbiavi, quindi ti ho detto si ma poi non potevo proprio... aaarrrrggghhhh
E notare che non è che la facciano con me perché hanno paura di ritorsioni, è proprio nel loro stile di vita.
Non è che questo crei grandi problemi, soprattutto quando si tratta di cose non importanti. Sulle cose importanti o sul lavoro o con le persone con cui si ha a che fare di più l'unica cosa (lunga ed estenuante che può durare mesi o anche anni) è far capire che quando dicono si, si dev'essere, altrimenti usino altre parole (ma non forse, cfr sotto).

Il FORSE, risposta liberamente interpretabile.
Non rispondete mai a nessuno forse. Forse vale come un sì o come un no. A l bera interpretazione di chi lo riceve come risposta.
Pensateci, quante volte vi è successo che qualcuno vi abbia chiesto qualcosa e voi volevate rispondere NO ma serbava brutto e quindi avete risposto forse?
Oppure di rispondere forse quando la risposta dipende da altre informazioni? Ad esempio, un paio d'anni fa era venuto un vicino a chiedere se volevamo comprare il suo terreno, adiacente al nostro, e io avevo fatto, per l'ennesima volta, l'errore di rispondere: forse, a quanto lo vendi? Io intendevo dire: se lo vendi a poco si, altrimenti no. Bhè lui mi ha detto il prezzo, io gli ho risposto che era carissimo e che non ci interessava e ci siamo salutati.
Due mesi dopo si è ripresentato dicendo che stava ancora aspettando un'offerta per il terreno che gli avevamo detto che volevamo comprare e che era scortese da parte nostra non avergli ancora fatto un'offerta!

Il NO MI FA VENIRE MAL DI PANCIA risposta che passa inosservata, e accettata.
Se state un po' in qualche zona poco turistica sarete sicuramente, e ripetutamente, invitati a feste in cui vi offrono da mangiare appena arrivati.
Bhè sappiate che bloccare il cameriere mentre vi sta appoggiando il piatto con la mano e dirgli non lo voglio mi fa venire mal di pancia non è un problema, ed in più può salvarvi lo stomaco!
L'importante è che non abbia appoggiato il piatto o, se l'ha fatto che lo spostiate subito allontanandolo da voi, in questo modo lui lo riprenderà e potrà offrirlo ad altri, in caso contrario risulta scortese se non lo mangiate perché avanzare il cibo non sta bene neanche qui o, se lo lasciate a metà perché è immangiabile tutti vi stresseranno perché per loro è incomprensibile che non vi piaccia.
Ed è anche importante dire il perché non lo volete, altre risposte sarebbero sicuramente fonte di confusione e incomprensione... se ad esempio dite 'ho già mangiato' nessuno vi darà retta perché non è una giustificazione sufficiente, se dite solo 'no' non vi lasceranno in pace finché non gli date una spiegazione, se dite che so 'non mangio carne' vi portano un piatto con solo verdure... e così via. Insomma l'unica risposta accettata è quella e, notate bene, nessuno si offenderà perché la colpa è del vostro stomaco mica del piatto da loro cucinato! sono incredibili a volte... lo so!
Se ripenso ai mille intrugli che ho mangiato prima di scoprire questa cosa mi viene una gastroenterite istantanea...!!!

Lingua e problemi di comprensione
La lingua indonesiana è semplicissima, ve l'avevo già scritto, ad impararla ci vorranno si e no un mese o due. Ma quello che è assurdo è che non ci si capisce.
Non è che non ci si capisce tra madrelingua e stranieri, non ci si capisce proprio a parlare questa lingua. Neanche tra di loro si capiscono del tutto...
Il problema è che le parole sono troppo poche, o forse è dato dall'assenza di immaginazione, o dall'eccessiva immaginazione... non so. Fatto sta che non si può essere sicuri, mai. E per telefono ancora meno...

Gatti indonesiani
Non centra nulla lo so, ma visto che l'odioso gatto della vicina sta passeggiando sotto il portico per andare a passare la notte sulle nostre poltrone mi è venuto in mente e ve lo scrivo.
Io, chi mi conosce lo sa, non sono particolarmente amante dei gatti. Ma quelli indonesiani mi infastidiscono ancora di più. Esteticamente sono tutti uguali, giallastri e con la coda mozza ma quello che mi da in testa è il loro 'modo di fare' sono sbruffoni, saccenti e antipatici. Sarà che parto prevenuta sui gatti, ma questi sono particolarmente antipatici.

Ci sono altre mille cose assurde, ma ormai mi ci sono abituata e mi sembrano normali... appena me ne vengono in mente altre ve le posto!

5 commenti:

  1. Grazie per il benvenuto, e un saluto a tutti.
    Ho fatto leggere questo tuo ultimo blog a mia moglie e mi ha risposto: "Mi sa che dentro di te sei un po’ indonesiano anche tu…." Penso che per certi aspetti mi trovero bene. Parto lunedi da Venezia, fatemi tanti AUGURI
    Ciao Andrea

    RispondiElimina
  2. hey ma siii AUGURI!
    dai che magari ci vediamo! Hai già fatto la valigia? e il contenuto? beni di prima sopravvivenza, mi raccomando: parmigiani, prosciutti, salami, limoncello!! hahahah... dai che tanto tutto il resto o c'è o ce lo si fa!
    Buon Viaggio!

    RispondiElimina
  3. Ok veramente strano ma tutto puo' succedere nel web, mentre cercavo la ricetta per i miei amati malloreddus ( http://ricette-golose-e-light.blogspot.com/) , dalla mia amata Sardegna, intravedo tra i link accanto questo blog! Indonesia... :) sto ancora leggiucchiando qua e la cercando di capire quale sia la vostra avventura, ma per ora rido a lacrime su questo post, dove ritrovo racchiuso in poche righe la nostra vita degli ultimi mesi qui a Batam - Riau... non penso esista descrizione migliore del tutto LOL :), Complimenti per le foto, che macchina usi? Sampai Jumpa!

    RispondiElimina
  4. Ciao Daniela!
    Mi fa super piacere sapere che non sono l'unica a fare cullurgiones e malloreddus in Indonesia!!!
    davvero incredibile....
    Tu cosa ci fai a Batam?
    Per la macchina foto usavo una Olympus ma le ultime sono con la nuova Nikon 7000 che sto ancora imparando a usare...
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, oggi ho fatto i savoiardi, una meraviglia! Seguo il marito come al solito, :) fa il pilota, istruttore pilota in una nuova scuola di volo qui a Batam... e io cerco di trovarmi qualcosina da fare, aiuto in qualche orfanotrofio qui in zona, e cerco di approfittare di ogni occasione per girare un po' ma niente di che, se ti va mandami la richiesta su FB cosi restiamo in contatto, Daniela Angius, anche se ovviamente poi passo di qua ogni tanto a sbirciare che combini! un abbraccio

      Elimina

Blog Widget by LinkWithin